dal 28/10/2017 al 28/10/2017

Convegno autunnale GISM

Val Masino (SO)

Scarica il programma completo

Tutte le informazioni su come arrivare e ospitalità

L’Incontro autunnale del GISM è in programma per sabato 28 ottobre con un convengo nazionale dal titolo “GIOVANNI DE SIMONI: LA PASSIONE HA UN NOME“,  dalle ore 15.00 alle ore 18.30 presso il Centro Polifunzionale della Montagna
 in Via Moss, 1, Fraz. Filorera di Val Masino (SO).
Interverranno: Laura e Giorgio Aliprandi – Angelo Recalcati – Piero Carlesi – Augusta Corbellini – Guido Scaramellini – Franca Prandi – Renata Rossi – Dante Colli.

La partecipazione è libera e gratuita con accredito via e-mail scrivendo a gism.segreteria@gmail.com
o oppure in loco dalle ore 11:00 presso il desk di accoglienza.

L’evento è organizzato da dalla Delegazione Lombardia del GISM, referente: Marco A. Tieghi – Presidente GISM Delegazione Lombardia
, Via A. Bisnati, 7 – 20161 Milano
+39 348 6885639 | gism.delegazionelombardia@gmail.com

Con il patrocinio di:

  • Regione Lombardia
  • Provincia di Sondrio
  • Comunità Montana Valchiavenna
  • Comunità Montana Valtellina –Morbegno
  • Comune di Val Masino
  • Club Alpino Italiano
  • Centro Studi Storici Valchiavennaschi
  • Società Storica Valtellinese

 

PROGRAMMA

Convegno nazionale GISM

Marco A. Tieghi
SALUTO ED INTRODUZIONE
Consigliere del GISM e Delegato Regionale per la Lombardia è coordinatore del Convegno Nazionale.

Laura e Giorgio Aliprandi
VALTELLINA: TERRITORIO IDEALE PER LA CARTOGRAFIA STORICA DELLE ALPI
Laura e Giorgio Aliprandi, milanesi, da oltre trent’anni studiano la storia della cartografia alpina della quale sono fra i maggiori esperti europei. Numerosi gli articoli, i lavori monografici, le conferenze e le collaborazioni editoriali. Con il primo volume de “Le Grandi Alpi nella cartografia 1482-1885” hanno vinto il Premio Gambrinus-Mazzotti, sezione montagna, 2006.

Angelo Recalcati
MONOGRAFIE ALPINISTICHE INTORNO ALLA VALLE SPLUGA
Angelo Recalcati, milanese, scalatore di montagne vere e di carta. Libraio antiquario, ha dedicato la sua vita allo studio della storia dell’alpinismo e alla ricerca di libri rari e cimeli legati al mondo della montagna. Autore di saggi e ricerche storico-artistico-alpinistiche, assieme ad Alessandro Gogna ha infatti compilato la guida CAI-TCI “Spluga-Mesolcina” dopo avere sperimentato ogni via di roccia descritta nel volume.

Piero Carlesi
DE SIMONI E LA REZIA CURIENSE
Piero Carlesi, consigliere del Gism e già Vicepresidente, naturalista, è giornalista del Touring Club Italiano, scrittore e curatore di libri di montagna. Già direttore generale del Cai e amico di De Simoni, è profondo conoscitore della cultura alpina e appassionato di toponomastica.

Intervallo

Augusta Corbellini
LA TOPONOMASTICA IN VALTELLINA E VALCHIAVENNA: UN PROGETTO DELLA SOCIETA’ STORICA VALTELLINESE
Augusta Corbellini, già docente di lettere e dirigente didattico, è attualmente presidente della Società storica valtellinese. Si è occupata di sistemazione di archivi privati e parrocchiali, allestimento esposizioni, organizzazione di convegni. Appassionata di ricerche archivistiche, ha collaborato alla realizzazione di alcune raccolte toponomastiche e ha pubblicato saggi di carattere storico.

Guido Scaramellini
GIOVANNI DE SIMONI CONTRO GLI STRAFALCIONI TOPONOMASTICI
Guido Scaramellini, laureato in lettere a Milano, già insegnante di italiano e storia negli istituti medi e superiori, è tra i fondatori nel 1959 del Centro di studi storici valchiavennaschi, di cui oggi è presidente. Collabora a giornali e riviste ed è autore di oltre una trentina di libri sulla storia della Valchiavenna, Valtellina, Lombardia e Grigioni.

Franca Prandi
TRACCE DI TOPONOMASTICA DELLA VAL MASINO NELLE CARTE DELL’ARCHIVIO DELLA SOCIETA’ STORICA VALTELLINESE
Franca Prandi, originaria di Poggiridenti, vive a Ponte. Laureata all’Università Cattolica di Milano, insegna lettere presso la Scuola Media di Ponte. Si occupa di ricerche archivistiche e di toponomastica valtellinese; ha compilato gli inventari di alcuni comuni della media Valtellina e pubblicato testi e articoli a sfondo storico e artistico.

Renata Rossi
MONTAGNE DA (RI)SCOPRIRE
Renata Rossi vive nella Bregaglia italiana e ha fatto della montagna la propria scelta di vita, diventando nel 1984 la prima donna guida alpina in Italia (fra le prime in Europa). In questo cammino le é sempre stato a fianco il marito e compagno di avventura Franco Giacomelli, guida alpina. Insieme hanno esplorato negli anni ’80 e negli anni ’90 dapprima le montagne del Masino Bregaglia (Albigna e Bondasca) tracciando nuovi itinerari di arrampicata e in seguito scoprendo e atttrezzando i canyons piú belli della Valchiavenna.

Dante Colli
CONCLUSIONI
Presidente Nazionale del Gruppo Italiano Scrittori di Montagna.

Aperitivo